• Home

Quello che sei per me (#dalvangelodioggi)

di don luigi maria epicoco

“Un giorno Gesù si trovava in un luogo solitario a pregare. I discepoli erano con lui ed egli pose loro questa domanda: «Le folle, chi dicono che io sia?». Essi risposero: «Giovanni il Battista; altri dicono Elìa; altri uno degli antichi profeti che è risorto». Allora domandò loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Pietro rispose: «Il Cristo di Dio». Egli ordinò loro severamente di non riferirlo ad alcuno. «Il Figlio dell’uomo – disse – deve soffrire molto, essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e risorgere il terzo giorno».Poi, a tutti, diceva: «Se qualcuno vuole venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua. Chi vuole salvare la propria vita, la perderà, ma chi perderà la propria vita per causa mia, la salverà»”.

Il riscatto delle donne (#dalvangelodioggi)

di don luigi maria epicoco

ai piediSe non fossimo così distratti, come solitamente lo siamo quando entriamo in chiesa ad “ascoltare” la messa, ci accorgeremmo di come le parole del Vangelo a volte sono cariche di così tale imbarazzo che la cosa non dovrebbe lasciarci così indifferenti. Nel Vangelo di oggi, sopratutto, Gesù ne combina due molto grosse una dietro l’altra. La prima: accetta di mangiare a casa di un fariseo, ben sapendo che la mentalità del padrone di casa è radicalmente lontana dalla sua. 

La seconda: si lascia toccare da una donna, il Vangelo la chiama “peccatrice”, ma non è difficile immaginare a che genere di peccato si riferisca l’evangelista Luca. La discussione è semplice: il padrone di casa perde immediatamente stima di Gesù quando si accorge dell’atteggiamento di accoglienza che ha nei confronti di questa donna che lo ricopre di attenzioni. Ai suoi occhi quella donna è solo una “poco di buono”, agli occhi di Gesù è una donna che cerca di ricominciare a vivere a partire da questo gesto di sottomissione e di amore nei suoi confronti. Ogni riscatto nella vita di una persona nasce dall’amore.

A servizio del dono di Cristo: chiamati a donare ciò che abbiamo ricevuto!

Parrocchia S.Agata V.e M. - Opera don Luigi Guanella - Ferentino - Telefono e fax: 0775395146; mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
site: www.parrocchiasantagata.com
social facebook box white 24social twitter box white 24friendfeedyoutube-logo

Twitter's page

News

New.VA

Divina Liturgia a Etchmiadzin: Papa invoca la piena unità

Un anelito forte all’unità in nome della luce dell’amore che...

Lombardi: Papa invita armeni a non restare prigionieri del passato

E’ stata molto intensa la seconda giornata del Papa in...

Karekin II: leader religiosi promuovano dialogo per prevenire violenze

"Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di...

Papa: riprenda cammino riconciliazione tra armeni e turchi. Testo integrale

Dopo la visita alla Cattedrale armena apostolica di Gyumri, dove...

Papa al Memoriale armeno. Ricordare storia altrui rinsalda

"E’ un momento storico. Il riconoscimento del Pontefice alla memoria...

Omelia Papa Francesco a Gyumri

Il Papa questa mattina ha celebrato la Messa a Gyumri,...

Karekin II: commossi dal calore del Papa per il popolo armeno

Nell’incontro ecumenico tenutosi nella Cattedrale di Etchmiadzin, Sua Santità Karekin...

Il saluto del Papa nella Cattedrale armeno apostolica. Testo integrale

Papa Francesco ha iniziato in Armenia il suo 14.mo viaggio...
News

Diocesi

«Evangelii gaudium» incontro diocesano per concludere la riflessione annuale

Terminati gli appuntamenti a carattere vicariale sul testo di Papa...

Frosinone: Giubileo della Carità e Santi Patroni

Domenica scorsa abbiamo celebrato a Frosinone il "Giubileo della Carità"...

Anno Santo. Il 12 giugno il «Giubileo delle famiglie»

Le famiglie «siano luoghi di misericordia e di amore per...